Anche Fitch taglia le stime del Pil dell'Italia: dall'1,1% allo 0,3%

E per tutta l'Eurozona taglio dall'1,7% all'1%.

Fitch taglia stime Pil Italia per il 2019

Il giorno dopo Moody's, come era atteso, si fa sentire anche l'agenzia di rating Fitch e anch'essa taglia drasticamente le stime sul Pil 2019 non solo per l'Italia, ma per tutta l'Eurozona. Infatti nel report si legge che "negli ultimi mesi i dati sull'attività economica dell'Eurozona si sono deteriorati in modo più drastico che in altre parti del mondo".

E per questo le stime vengono abbassate dall'1,7% previsto in precedenza, a solo l'1% e l'Italia è il Paese che frena più di tutti, crollando dall'1,1% allo 0,3%, insieme alla Germania che dall'1,7% scende a poco meno dell'1%. Più contenuto il calo per la Francia, dall'1,7% all'1,4%, e per la Spagna, dal 2,3% al 2,1%.

Secondo Fitch è "la prospettiva di crescenti forze euroscettiche" nel Parlamento Europeo dopo le elezioni di maggio che "potrebbe aumentare le tensioni sui mercati finanziari, danneggiare la fiducia e ridurre gli investimenti".

Inoltre nel report si fa riferimento a Matteo Salvini, leader della Lega, che "sta cercando alleanze politiche con gli altri leader europei per formare un largo blocco euroscettico nel Parlamento Europeo.

Tuttavia, Fitch scrive anche nel suo report che questo blocco euroscettico resterà una minoranza.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO