Macron non partecipa alla manifestazione contro l'antisemitismo, ma va al cimitero ebraico profanato

In Francia è sempre più urgente il problema degli atti antisemiti.

Questa sera a Parigi ci sarà una manifestazione unitaria dei partiti contro l'ondata di attacchi antisemiti che si è verificata nel Paese in questo periodo. L'ultimo e gravissimo episodio è stata la profanazione di ottanta tombe nel cimitero ebraico di Quatzenheim, in Alsazia, nell'Est della Francia.

Il Presidente Emmanuel Macron, però, non parteciperà alla manifestazione che avrà luogo alle 19 in Place de la République e in contemporanea anche in altre città francesi. Tuttavia l'inquilino dell'Eliseo ha visitato il cimitero ebraico che è stato profanato e ha assicurato:

"Prenderemo provvedimenti, faremo leggi, puniremo chi ha fatto questo non è degno della Repubblica. È con tutte le forze che abbiamo che daremo una risposta. Può succedere ovunque, ma non deve più accadere da nessuna parte"

Macron ha detto che vuole "ricordare che questi fatti sono la morte certa della nostra storia e per dire che la Repubblica è un blocco di fronte a tutto questo".

Il Presidente ha anche detto nel suo discorso con cui ha annunciato la visita al memoriale della Shoah che "l'antisemitismo è la negazione della Repubblica e della Francia" e ha insistito sulla necessità di "fare Repubblica, vale a dire stare insieme", "educare" e "formare" nel pieno "aspetto dei valori che ci hanno costituito".

Secondo Macron, infatti, "ogni volta che un francese viene insultato, minacciato o, peggio, certo o assassinato perché ebreo rappresenta ala Repubblica" e nella Repubblica "non spetta agli ebrei difendersi ma alla Repubblica difenderli". Il Presidente non ha però accolto la proposta di alcuni deputati di equiparare l'antisionismo all'antisemitismo perché, dice, "non penso che penalizzare l'antisionismo sia una buona soluzione".

Ricordiamo che nei giorni scorsi il filosofo Alain Filkienkraut è stato attaccato con ignobili insulti antisemiti e il fatto ha scatenato una profonda indignazione in tutto il Paese.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO