Reddito di Cittadinanza: previsto l'obbligo di accettare il lavoro se il salario è superiore a 858 euro

Approvato in commissione Lavoro del Senato un emendamento del Movimento 5 Stelle

I percettori del Reddito di Cittadinanza saranno obbligati ad accettare un'offerta di lavoro qualora il salario minimo dovesse essere di almeno 858 euro al mese. Questa novità è stata prevista da un emendamento firmato dalla Senatrice Matrisciano (M5S) - una conterranea di Luigi Di Maio - ed è stato approvato oggi dalla Commissione Lavori del Senato e quindi inserito nel 'decretone'; lunedì prossimo, 25 febbraio, il provvedimento arriverà in aula.

L'emendamento Matrisciano fissa dunque un limite minimo allo stipendio perché questo si possa considerare congruo; l'assegno dovrà essere superiore del 10% rispetto "alla misura massima del beneficio fruibile dal singolo individuo (comprensiva della componente ad integrazione del reddito prevista per i nuclei residenti in abitazione in locazione)".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO