Sardegna, Martina: "M5s crolla, la Lega non sfonda, c’è un bel lavoro da fare"

Maurizio Martina elezioni sardegna

Maurizio Martina, candidato alla Segreteria Pd, commenta i dati sul voto regionale in Sardegna mentre lo spoglio, che procede a rilento, è in corso. I dati: "Sono per noi interessanti, perché danno il segno di una competizione vera" dice Martina.

I primissimi risultati dello scrutinio dei voti per le regionali sarde soddisfano il dirigente Pd, già fedelissimo di Renzi (e per questo attaccato dal suo avversario per la Segreteria Nicola Zingaretti): "Sapevamo di avere un candidato molto forte come Massimo Zedda".

L’ex segretario reggente dem poi osserva: "Il crollo dei 5 Stelle mi sembra evidente e anche la Lega non sfonda. In realtà c'è margine per fare un bel lavoro. Vediamo ovviamente i risultati finali" chiosa prudentemente Martina.

A Fatti e Misfatti su Tgcom24 Martina ha poi attaccato il governo: "Io mi sono candidato per essere un'alternativa a Di Maio, Salvini e a questa maggioranza pericolosa. Credo in un’idea di Pd che sappia mettere in campo una proposta riformista. Questa mattina ero a Novi Ligure dove ho incontrato i lavoratori della Pernigotti".

"Vi ricordate - ha proseguito Martina - quando Di Maio andava ai cancelli dell’azienda a fare promesse a tutti. Oggi quei lavoratori sono soli, il governo non li chiama più. Io voglio un Pd che riprenda il filo della rappresentanza a partire da quelle persone".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO