Tav, Airola (M5S): "Non si fa e basta, spazi di manovra non ce ne sono"

Il futuro della Tav Torino-Lione è ancora in sospeso. L'esecutivo gialloverde è spaccato in due e oggi il Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli ha promesso che una decisione verrà presa entro la prossima settimana. Il Movimento 5 Stelle continua a dirsi fortemente contrario alla costosa opera (e dalla sua parte ha anche l'analisi costi-benefici pubblicata pochi giorni fa), mentre Matteo Salvini continua a ribadire che l'opera si farà, certo del suo peso all'interno del governo.

Non è chiaro a quale mediazione i vertici dell'esecutivo puntano ad arrivare, ma all'interno di M5S la posizione NoTav non sembra vacillare. Oggi è stato il senatore Alberto Airola, da tempo impegnato contro l'opera, a mettere in dubbio il suo futuro nel Movimento 5 Stelle se si avvierà una contrattazione per realizzare l'opera, come dato per certo da Salvini.

Airola non ha dubbi, la Tav non si deve fare e non ci deve essere spazio per alcuna contrattazione:

La Tav è una cosa che abbiamo sempre osteggiato: non si fa e basta, spazi di manovra non ce ne sono. O il M5S dice no oppure sarò io a dire ciao al Movimento. [...] Credo che il Carroccio su questo tema voglia fare campagna elettorale, in modo un po' becero a mio avviso.

Il Movimento 5 Stelle ha già tradito alcune delle sue posizioni storiche ed Airola si è detto convinto che se farà un passo indietro anche sulla Tav, M5S "si schianterebbe definitivamente. Non sarebbe più 5 Stelle, perderebbe la fiducia del popolo, la sua identità".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO