Reddito di cittadinanza, l'avviso di Poste: "Venite in ordine alfabetico"

reddito di cittadinanza

Tra una manciata di ore si potranno inviare le prime domande per il reddito di cittadinanza e tra le modalità di presentazione c'è anche quella tramite gli uffici postali, bypassando completamente l'opzione telematica attraverso il sito ufficiale redditodicittadinanza.gov.it e facendosi quindi aiutare allo sportello, così da essere certi di non commettere errori.

Trattandosi di una misura molto attesa da milioni di italiani, le Poste prevedono già un'affluenza record per la prima giornata e per scongiurare code chilometriche e attese interminabili hanno previsto una calendarizzazione per la presentazione delle domande, così da gestire nel modo più ordinato possibile le migliaia di richieste.

Ogni ufficio postale ha già affisso un calendario diviso per lettere. Domani, 6 marzo 2019, si inizierà con i cognomi che iniziano con le lettere A e B e si proseguirà fino al 13 marzo 2019, quando a venir accettate saranno le domande dei cittadini con cognomi che iniziano con le lettere S, T, U, V, W, X, Y e Z.

I cittadini sono invitati a rispettare il più possibile queste indicazioni, così da non intasare gli uffici postali. Marco Siracusano, ad di Postepay, ha confermato che si tratta di una suddivisione suggerita e che se qualcuno si presenterà in un giorno diverso non verrà certamente rifiutato.

Chi non vorrà presentare la domanda online, preferendo recarsi in un ufficio postale o presso un CAF, potrà presentarsi allo sportello con questo modello già compilato. Sarà sufficiente scaricarlo dal sito, stamparlo e compilarlo in ogni sua parte prima di recarsi allo sportello.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO