Boccia (Confindustria) al governo: "Per alzare i salari vanno ridotte le tasse"

abbassare le tasse per alzare salari vincenzo-boccia

Il leader di Confindustria Vincenzo Boccia prova a scuotere il governo: "Per alzare i salari in Italia vanno ridotte le tasse sul lavoro che incidono fino al 120% sul salario netto. Lo dico senza alcuna provocazione, ma in una logica di confronto con il governo".

La riduzione delle tasse chiesta da Confindustria passa per l’intervento sul cuneo fiscale, la somma delle tasse (contributi e imposte indirette) che gravano sul costo del lavoro, sia lato azienda sia lato lavoratore: "È vero che in Italia i salari sono bassi ma con un 120% di tasse, è normale. Non si chiedano tasse così alte alle imprese italiane. Cerchiamo di costruire un Paese competitivo nell'interesse di tutti" ha detto il presidente di Confindustria.

A riguardo del reddito di cittadinanza, con le prime richieste che partiranno già domani, Boccia ha aggiunto: "Ottimista? Non c’è niente da essere ottimisti, ridurrà i divari del Paese, bisognerà evitare anomalie. Se ci saranno si dovranno fare dei correttivi. Sul reddito di cittadinanza le considerazioni le abbiamo fatte, condividiamo il concetto, ci sono criticità sul processo ma ora è il caso di guardare avanti. Abbiamo bisogno che il Paese riprenda e reagisca. Domani partirà e vedremo, dobbiamo evitare che diventi un elemento che disincentiva il lavoro”.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO