Salvini a M5S: "Bisogna andare avanti sulle grandi opere". Di Maio: "Basta attacchi a M5S"

AgCom troppe spazio dei tg a Di Maio e Salvini

Botta e risposta a distanza tra i due vicepremier del governo di Giuseppe Conte, mentre il delicato tema della Tav Torino-Lione è ancora in sospeso. Il leader della Lega Matteo Salvini, impegnato in Lucania con la campagna elettorale in vista delle elezioni in Basilicata del 24 marzo, ha voluto lanciare un messaggio agli alleati di governo:

C'è bisogno di fare presto e di fare bene: ci sono 300 cantieri fermi in Italia perché, evidentemente, chi ha governato prima ha dormito. Io sono pronto a votare lo 'sblocca-cantieri' e il nuovo codice degli appalti anche questa settimana in Consiglio dei Ministri. [...] Sulle opere pubbliche la penso in maniera diversa rispetto ai miei alleati di governo: c'è bisogno di andare avanti, non di tornare indietro.

La replica di Luigi Di Maio non si è fatta attendere. Il leader del Movimento 5 Stelle ha invitato a ridurre gli attacchi nei confronti di M5S e smentito l'affermazione di Salvini sul no alle grandi opere:

Salvini dice che noi non vogliamo le opere? Non è vero ma non voglio commentare, siamo alleati di governo ed entrambi vogliamo che il governo vada avanti. E andrà avanti. Quello che chiedo è basta attacchi gratuiti al M5S, pensiamo a lavorare per il Paese.

Salvini è chiaramente in campagna elettorale e deve tirare l'acqua al proprio mulino. Attaccare quelli che alle elezioni sono a tutti gli effetti avversari politici fa parte del gioco. I prossimi giorni saranno ancora più caldi e il leader della Lega non perderà occasione di usare il Movimento 5 Stelle e lo stallo sulla Tav per guadagnare quanti più consensi possibile prima del voto del 24 marzo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO