Parigi, i gilet gialli ancora in strada: negozi saccheggiati e scontri con la polizia - FOTO

I gilet gialli sono scesi nuovamente in piazza in Francia e la città di Parigi, dopo qualche settimana di relativa calma, è stata ancora una volta teatro di violenti scontri e gravi danneggiamenti che solo nella giornata di oggi hanno portato al ferimento di 11 persone e al fermo di oltre 80 persone coinvolte a vario titolo nelle proteste.

Ieri si è conclusa la fase del cosiddetto 'grande dibattito nazionale' col governo di Emmanuel Macron e i gilet gialli, non contenti da come il Presidente francese sia riuscito in queste ultime settimane a disperdere le grandi concentrazioni di manifestanti incentivando dibattiti e discussioni civili in tutto il Paese, sono tornati alla carica più violenti che mai.

Macron, almeno in teoria, ha ascoltato le motivazioni dei gilet gialli in questa fase di dibattito e ora i sostenitori delle proteste sono in attesa di capire come si comporterà il governo, quali delle questioni sollevate saranno prese di petto e quali no. Da qui l'importanza, secondo gli organizzatori delle proteste, della manifestazione odierna.

Gruppi di manifestanti hanno preso d'assalto negozi della capitale francese e si sono scontrati con le forze dell'ordine, costrette ad utilizzare cannoni ad acqua e gas lacrimogeno per disperdere i raggruppamenti di persone.

Nonostante la violenza che emerge dalle immagini in arrivo dalla Francia, questo ennesimo sabato di protesta a quattro mesi dalle prime mobilitazioni ha visto la partecipazione di un numero piuttosto ridotto di persone - se paragonato alle prime settimane - ma un numero sempre maggiore di violenti. Secondo i dati del Ministro dell'Interno Christophe Castaner, circa 8mila persone sono scese in strada oggi, ma tra queste c'erano almeno 1.500 persone ultra violente il cui unico obiettivo era quello di distruggere, combattere e attaccare.


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO