Torre Maura, ipotesi aggravante razziale. PD Roma: "Agiscono con avallo Lega" (VIDEO)

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di inchiesta per gli scontri di Torre Maura dove ieri sera 200 abitanti della zona, con l’attivo supporto di militanti di Casapound, hanno protestato contro il trasferimento di alcuni rom in un centro di accoglienza. Le ipotesi di reato sul tavolo sono per ora di danneggiamento e minacce aggravate dall'odio razziale.

Sui fatti di Torre Maura il PD di Roma ha tirato in ballo la Lega e chi soffia sul fuoco dell’intolleranza: "Condanniamo e stigmatizziamo i gravi episodi inaccettabili di razzismo accaduti ieri a Torre Maura in VI Municipio. Casapound e Forza Nuova con l’avallo della Lega di Salvini soffiano sul fuoco dell’intolleranza razzista nella nostra città fomentando odio e dando sostegno ai violenti”.

Il ministro dell’Interno replica condannando ogni violenza: "No a ogni forma di violenza, no allo scaricare sulle periferie ogni genere di problemi. Ribadisco il mio obiettivo per cui sto lavorando da mesi: zero campi rom entro la fine del mio mandato da ministro. Chi si integra è benvenuto, chi preferisce rubare verrà mandato altrove".
 
Nel corso degli scontri sono stati anche distrutti i panini destinati ai rom: "Devono morire di fame" hanno urlato alcuni dei manifestanti. "Dateci i terremotati, gli zingari non li vogliamo” gridavano gli altri. Durante la violenta protesta sono stati incendiati anche dei cassonetti dei rifiuti. I pm sono ora in attesa di una informativa dalle forze dell'ordine intervenute sul posto per sedare la protesta.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO