Salvini: "Scorte? Sistema va rivisto, poliziotti non sono autisti"

salvini scorta

Matteo Salvini ha preso parte alle celebrazioni dei 167 anni dalla fondazione della Polizia. Il ministro dell’Interno, intervenuto alla manifestazione rigorosamente con la giacca della polizia, si è soffermato sulla questione scorte. Si tratta di un argomento che spesso il vicepremier ha toccato in merito alla questione dello scrittore Roberto Saviano, con il quale ha in atto una lunga querelle mediatica. "Il sistema delle scorte va rivisto in base a valutazioni oggettive", ha osservato il capo politico della Lega, ammettendo che "va difeso chi ne ha diritto", ma che al contempo le forze dell’ordine non possono trasformarsi in "autisti o accompagnatori personali".

L’obiettivo di Salvini, ribadisce lui stesso, è quello di "rimettere su strada il maggior numero possibile di agenti", che possano così essere maggiormente al servizio di tutti i cittadini e non solo di pochi. Anticipando quelle che potrebbero essere le nuove polemiche per aver indossato il giubbotto della polizia, il ministro scherza: "Oserei dire colleghi poliziotti, visto che mia figlia, che ha sei anni, pensa che sia il capo della Polizia. Ma Gabrielli stia tranquillo, sono pronto a fare il ministro ancora per un po'".

Salvini: "Forze dell'ordine italiane sono un modello"

Quanto alle critiche che spesso vengono riservate alle forze dell’ordine italiane, Salvini sottolinea poi che i poliziotti “nostrani” siano professionali ed abbiano ben poco da invidiare ai modelli stranieri. "Gli uomini e le donne delle nostre forze dell'ordine sono un modello, un esempio per i sistemi di sicurezza degli altri Paesi: non dobbiamo guardare a modelli altrui. È un onore e un privilegio essere qui con voi oggi. E sono orgoglioso di incontrarvi quotidianamente. Un grande statista come De Gasperi - dice dopo averlo citato - diceva che non bisogna guardare alle prossime elezioni, ma alle prossime generazioni".

Salvini: "Flat tax entro l'anno"

A margine dell’evento della Polizia, Matteo Salvini ha anche rilasciato alcune dichiarazioni ai giornalisti presenti. Dopo le tensioni di ieri sulla flat tax, uno dei cavalli di battaglia del programma elettorale della Lega, il ministro ha rassicurato tutti: "Sulla Flat Tax l'impegno del governo è di approvare una rivoluzione storica entro l'anno per semplificare la vita agli italiani". Quanto al Def e alle nuove stime sulla crescita, il vicepremier promette che non ci sarà alcun passo indietro da parte della maggioranza: "Confermiamo tutte le Manovre fatte. Oggi ci sono i dati sulla produzione industriale, Quota 100 va avanti e il Reddito parte. Il principio della Flat Tax è semplificare e far pagare meno, non tutti ma tanti. I numeri - conclude - saranno nella Manovra".


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO