Guerra ai Kebab a Milano: le battaglie locali di Lega Nord e PDL


Sono notizie come questa che ti costringono a fare il cosiddetto crosspost: ci segnalano i colleghi di 02blog che la Regione Lombardia, su pressione della Lega Nord, ha approvato una norma anti-Kebab.. ma non solo: essa riguarda infatti anche gelaterie, pizzerie da asporto e probabilmente i fast food. Cosa prevede? Ce lo spiega Repubblica:

Da ora in poi, per esempio, si potrà mangiare il trancio di pizza, la brioche o il cono gelato solo dentro il locale e non più in strada. Il locale non potrà più servire bibite se non prodotte in casa, addio dunque lattine di bevande insieme alla pizza. Inoltre, questi esercizi dovranno chiudere rigorosamente all’una di notte

La nuova regolamentazione, nata su spinta della Lega in funzione anti-kebab, prevedeva originariamente addirittura la chiusura a mezzanotte. Essa è d'altronde assolutamente coerente con la battaglia senza quartiere che il vice-Sindaco di Milano De Corato sta conducendo contro la vita notturna milanese, che passa ad esempio attraverso la recinzione degli spazi pubblici dove i giovani si ritrovano la sera.

Su 02blog si è scatenato un bel dibattito tra i lettori, per capire le ragioni di un provvedimento che i più trovano assurdo. Secondo qualcuno, si tratta di una norma inapplicabile, che verrà fatta rispettare in maniera selettiva, con un obbiettivo preciso in mente: "un’ altra scusa per andare a rompere esclusivamente gli immigrati, come a qualcuno che si mangia il trancio di pizza su una panchina, lasciando stare gli italiani…".

Secondo altri gli obbiettivi sono più complessi: "dare una stretta di vite alla vita notturna, tenere sotto controllo gli esercizi stranieri e accontentare i ristoratori", che sarebbero disturbati dalla concorrenza degli esercizi da asporto. Voi cosa ne pensate? Condividete queste battaglie del Centrodestra milanese?

Foto | Flickr.

  • shares
  • Mail
132 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO