Lega: "Stop al Salva-Roma, la Raggi non è in grado di amministrare"

Continua lo scontro tra Lega e Movimento 5 Stelle, inaspritosi ieri dopo la diffusione delle notizie sull'inchiesta per corruzione che coinvolge il sottosegretario leghista Armando Siri. I pentastellati lo vorrebbero immediatamente fuori dal governo mentre la Lega e Salvini lo continuano a difendere a spada tratta, descrivendolo come "una persona specchiata" nonostante il patteggiamento per bancarotta fraudolenta.

Già prima che scoppiasse il 'Caso Siri', Matteo Salvini aveva posto un freno al decreto 'Salva Roma', che avrebbe permesso di ridiscutere il debito di Roma Capitale con le banche, liberando così delle risorse da investire sulla città. Salvini si era detto contrario a "regalare soldi a una città ignorando i problemi di tutte le altre", semplificando di molto il tema in questione.

Adesso nel dibattito è intervenuto anche Maurizio Politi, capogruppo della Lega in Campidoglio, che ha bocciato l'idea di tendere una mano alla Sindaca: "Il Salva Roma non ci convince perché il sindaco non ha dato alcuna reale prospettiva di sviluppo della città. Il governo è disposto ad aiutare Roma, la Lega in primis, ma il problema vero è che in tre anni il M5S non ha offerto alcuna visione della città, è tutto peggiorato. E la Raggi non è in grado di amministrare".

Nella mattinata di oggi Matteo Salvini era tornato a parlare della Raggi, accusandola di non saper fare il proprio lavoro: "La Raggi mi ha chiesto aiuto per salvare Roma da degrado, turisti cafoni e incivili in genere. La circolare sulle zone rosse va in questa direzione, esattamente come alcuni strumenti nel decreto sicurezza. Basta leggere le norme e applicarle, ma evidentemente la Raggi è distratta".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO