Lyra McKee uccisa dalla New Ira: c’è l’ammissione

lyra mckee new ira

I terroristi della New Ira ammettono di aver ucciso la giornalista Lyra McKee, giovedì scorso a Derry, in Irlanda del Nord. Il gruppo terrorista, nell’ammettere l’uccisione, chiede contestualmente scusa al partner della giornalista, a familiari ed amici. La dichiarazione dell’organizzazione paramilitare è stata pubblicata oggi dal quotidiano locale The Irish News. La New Ira sottolinea che la McKee sia stata "uccisa tragicamente", poiché si trovava semplicemente "accanto alle forze nemiche", ovvero gli agenti di polizia.

Effettivamente, quando è stata colpita, Lyra McKee si trovava nei pressi di un veicolo della polizia nordirlandese e l’assassino stava mirando proprio in quella direzione. In seguito all’omicidio della giornalista erano stati arrestati inizialmente due ragazzi - rispettivamente di 18 e 19 anni - che però sono stati rilasciati nella giornata di lunedì. Come riporta la polizia locale sul proprio account Twitter, ora le indagini si concentrano su un altro versante: in manette è finita una donna di 57 anni.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO