Caso Siri, mozione di sfiducia PD: "Governo sia libero dal sospetto dell'asservimento a interessi criminali"

mozione di sfiducia pd al governo caso siri zingaretti martina

Come annunciato dal senatore renziano Andrea Marcucci il Partito Democratico ha presentato oggi la mozione di sfiducia contro l’intero governo Conte sul caso di Armando Siri, il sottosegretario leghista ai Trasporti senza più le deleghe che il ministro Danilo Toninelli gli ha tolto da quando è indagato per corruzione.

Il PD cavalca come può il caso Siri che in realtà ha già dilaniato la maggioranza senza bisogno di spinte dell’opposizione. Matteo Salvini comunque assicura che il governo non cadrà sul caso Siri, che si tratta solo di schermaglie elettorali degli alleati/avversari del M5s.

Intanto i dem vanno all’attacco senza mezzi termini, sul fronte economico, politico e anche morale: "La delicata situazione internazionale, la persistenza della crisi economica e finanziaria e lo stato di sfiducia delle imprese e il crescente malessere sociale richiederebbero un Governo solido, politicamente coeso, libero da condizionamenti privati e immune anche solo dal sospetto dell'asservimento a interessi criminali" si legge in un passaggio della mozione di sfiducia depositata a Palazzo Madama dai senatori PD secondo cui oggi gli "Italiani sono più indebitati e isolati nel mondo".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO