Caso Siri, deciderà Conte: colloquio prima di partire per la Cina, ma solo per telefono

I due si incontreranno solo quando il Premier tornerà in Italia.

Fonti di Palazzo Chigi hanno fatto sapere che sul caso di Armando Siri, il sottosegretario indagato per corruzione, sarà il Premier Giuseppe Conte a prendere una decisione e lo farà dopo aver parlato con il diretto interessato. La questione, tuttavia, potrebbe andare avanti ancora per giorni, visto che Conte parlerà con Siri prima di partire per la Cina, ma solo per telefono, poi lo incontrerà di persona al rientro da Pechino.

Intanto, secondo le ricostruzioni di alcuni quotidiani, non si sa fino a che punto veritiere o fantasiose, proprio sul caso Siri il Premier avrebbe litigato con il Luigi Di Maio, arrabbiato dalle quattro domande che il MoVimento 5 Stelle ha rivolto alla Lega, che sarebbero da considerare come un vero e proprio atto ostile nei confronti di Salvini.

Conte avrebbe chiesto a Di Maio se davvero vuole far cadere il governo per due punti in più nei sondaggi in vista delle elezioni europee. Oggi il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico ha ribadito la sua posizione sul caso Siri, ossia ne pretende le dimissioni, ma ha anche detto che il governo andrà avanti altri quattro anni. Secondo Di Maio è molto probabile che Siri sia innocente, ma nel frattempo dovrebbe "mettersi in panchina".

Giuseppe Conte su caso Siri

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO