Libia, Bloomberg: "Trump ha sostenuto l'attacco di Haftar"

Il Segretario di Stato americano Mike Pompeo aveva annunciato la contrarietà Usa all'offensiva militare di Haftar.

Fanno scalpore le dettagliate rivelazioni riportate oggi dal sito della nota agenzia di informazione Bloomberg secondo la quale il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump la scorsa settimana avrebbe dichiarato a Khalifa Haftar il sostegno del suo Paese all'assalto a Tripoli per deporre il governo di Fayez al-Sarraj che è invece riconosciuto dall'Onu.

Ricordiamo che lo scorso 7 aprile il Segretario di Stato americano Mike Pompeo aveva dichiarato:

"Abbiamo chiarito che ci opponiamo all’offensiva militare delle forze di Khalifa Haftar e sollecitiamo l’immediato arresto di queste operazioni militari contro la capitale libica"

Invece, secondo Bloomberg, dopo l'incontro avvenuto il 9 aprile tra Trump e il Presidente egiziano Abdel Fattah El-Sisi, gli Usa avrebbero nettamente cambiato posizioni. In particolare, l'agenzia, citando come fonti dei funzionari americani vicini al dossier, El-Sisi avrebbe convinto Trump a sostenere Haftar e lo stesso avrebbe fatto il principe ereditario di Abu Dhabi Mohammed bin Zayed Al Nahyan, che avrebbe avuto un altro colloquio con la Casa Bianca.

Tra Trump e Haftar ci sarebbe così stata una conversazione telefonica il 15 aprile e il Presidente americano avrebbe definito il generale libico il "feldmaresciallo" e lo avrebbe tacitamente riconosciuto come leader della Libia.

Il consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca John Bolton avrebbe parlat con Trump e in seguito avrebbe rilasciato delle dichiarazioni che avevano l'aria di essere un via libera ad Haftar.

Dopo la diffusione di questa notizia da parte di Bloomberg, un portavoce della Casa Bianca che non vuole farsi identificare si è limitato a dire che la sintesi delle telefonate tra Haftar, Trump e Bolton è "imprecisa", ma non ha aggiunto altri dettagli.

Haftar, quindi, oltre al sostegno di Russia, Francia, Egitto, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti, godrebbe anche di quello degli Stati Uniti, mentre Sarraj è sostenuto dall'Italia e da altri Paesi europei e inoltre è riconosciuto dall'Onu.

Donald Trump sostiene Haftar in Libia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO