Africani esclusi da maratona Trieste? Gli organizzatori fanno marcia indietro

La decisione dopo un'intensa giornata di polemiche.

Aggiornamento ore 20:21 - Gli organizzatori del Running Festival di Trieste fanno marcia indietro dopo un'intensa giornata di polemiche e fanno sapere che anche gli atleti africani potranno partecipare all'evento.

Perché erano stati esclusi gli africani dalla maratona di Trieste


africani esclusi maratona trieste Giancarlo Giorgetti

Atleti africani esclusi dalla maratona di Trieste? La decisione degli organizzatori del "Running Festival" come era prevedibile sta scatenando la polemica politica.

Il segretario e deputato di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni chiama in causa il governo e annuncia una interrogazione parlamentare: "Senza vergogna. Se non lo avessi letto sui giornali stenterei a crederci. Ad una maratona a Trieste non verranno ingaggiati atleti di origine africana. Succede non nel Mississippi degli anni '50 bensì nel 2019 in una città capitale della cultura mitteleuropea, Trieste. Ci auguriamo che al più presto il governo risponda all'interrogazione che presenteremo nei prossimi giorni in Parlamento".

E dal governo parla il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega allo Sport, il leghista Giancarlo Giorgetti, secondo cui è "sbagliato escludere gli atleti africani. Non è così che si risolvono i problemi" per poi aggiungere: "Attenzione perché il malessere esploso a Trieste nasconde l'ennesimo sfruttamento, quelli che chiamo gli scafisti dello sport. Aprirò un'indagine interna".

Molto critico anche il PD: "A Trieste siamo arrivati alle epurazioni nello sport: ultima follia di un estremismo che sta impregnando e snaturando la città, sulla quale i più alti rappresentanti politici e istituzionali hanno messo la faccia. Fatto grave e indegno" dice l'eurodeputata dem Pd Isabella Del Monte, ricandidata PD per la circoscrizione Nordest, mentre il segretario regionale dem Cristiano Shaurli rileva che: "La nostra regione apre la stagione della discriminazione nello sport".

Intanto si muovono le autorità sportive. Fabio Pagliara, segretario generale della Federazione italiana atletica leggera, ha fatto sapere che vigilerà "con la massima attenzione, verificando i fatti e le motivazioni" chiedendo alla sezione Friuli Venezia Giulia una relazione sull’accaduto. La Federazione avrebbe già istruito un fascicolo sulla decisione degli organizzatori.

Fabio Carini, presidente della Apd Miramar che organizza la mezza maratona di Trieste, in programma il 5 maggio, ha spiegato che: "Quest'anno abbiamo deciso di prendere soltanto atleti europei per dare un segnale e perché vengano presi dei provvedimenti che regolamentino quello che è attualmente un mercimonio di atleti africani di altissimo valore, che vengono semplicemente sfruttati e questa è una cosa che non possiamo più accettare".

Secondo Carini: "Troppi organizzatori subiscono le pressioni di manager poco seri che sfruttano questi atleti e li propongono a costi bassissimi e questo va a scapito della loro dignità perché, molto spesso, non intascano niente e non vengono trattati con la giusta dignità di atleti e di esseri umani, ma anche a discapito di atleti italiani ed europei, che non possono essere ingaggiati perché hanno costi di mercato". Chi parla di discriminazione per Carini sta prendendo "una cantonata mostruosa" come riporta Tgcom24.

L'assessore regionale smentisce divieti

Nel pomeriggio interviene l’assessore regionale alla Sicurezza del FVG, Pierpaolo Roberti, che smentisce divieti di partecipazione per gli atleti africani, con tanto di post di Enrico Mentana "che smonta il casino" sulla mezza maratona: "Non è stata vietata l'iscrizione a nessuno. Anche un atleta africano, anche keniano, può partecipare e vincere la Trieste Half Marathon il 5 maggio. Se vuole venire qua si porta anche a casa il premio in denaro". L’assessore spiega che "nessuno, né la Regione, né il Comune, né la Miramar ha deciso di escludere gli atleti africani". Anzi secondo Roberti "la Miramar ha semplicemente detto di non volere dare più soldi a manager che sfruttano gli atleti". Poi l'assessore annuncia che si stanno "valutando querele" contro chi sta chiamando in causa le istituzioni.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO