La Lega sbarca (e sbanca) al centro sud. 18% in Emilia! Sono solo sondaggi, ma ...

Adesso si comprende meglio perché Silvio Berlusconi ha dovuto “piegarsi” a Umberto Bossi sulla data del referendum elettorale. E non solo.

Sono le percentuali indicate dai sondaggi ad aver portato il premier a non irritare l’indispensabile alleato. Si dirà: dov’è la novità? La novità c’è ed è pesante, molto pesante.

La Lega Nord, almeno stando alle previsioni in mano a Berlusconi, non solo incrementa i suoi voti in Veneto, Lombardia, Piemonte, ma sbarca sotto il Po e sbanca, destabilizzando il quadro del potere locale e non solo.

Il dato più clamoroso viene dall’Emilia Romagna con una previsione attorno al 18% e un picco persino a Bologna! Il Carroccio raddoppierebbe in Toscana (dal 2 al 4%) e toccherebbe il 5% in Umbria e nelle Marche. Farebbe capolino persino a Roma e in Campania, Calabria e Puglia (ovunque con un 2-3%), ancora meglio nelle isole.

Sì, sono solo sondaggi. Ma già bastano per mandare in fibrillazione alleati e avversari. Il Senatur brontola, minaccia e porta a casa (voti e poltrone).

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO