Berlusconi dimesso lunedì? Pier Silvio e Marina: "È un combattente" | Panico azzurro per la campagna elettorale

Migliorano le condizioni di salute di Silvio Berlusconi, da quattro giorni ricoverato al San Raffaele di Milano dopo un intervento chirurgico per una occlusione intestinale. Il paziente, fa sapere lo staff medico dell’ospedale, ha risposto e risponde "perfettamente alle terapie". Domenica o lunedì dovrebbe essere dimesso "in sicurezza".

"Anche questa volta l’ho scampata" avrebbe scherzato con i suoi cari il diretto interessato. Le elezioni europee incombono e Berlusconi, che tornato candidabile sarà capolista ovunque, avrebbe fretta di tornare in campo. Ma l’ex premier non potrà riprendere come se nulla fosse la campagna elettorale.

Il suo medico personale Alberto Zangrillo e i figli caldeggiano un periodo di riposo anche se Marina e Pier Silvio sanno che difficilmente il padre si farà da parte, tanto più che in Forza Italia serpeggerebbe già il panico: senza l'apporto attivo alla campagna elettorale del leader, in vista del voto del 26 maggio, gli azzurri rischiano di non sfondare la soglia del 10% consensi, il minimo sindacale per restare a galla, non tanto in Europa ma in Italia.

Non a caso il vicepresidente forzista Antonio Tajani ha chiesto esplicitamente ai suoi candidati di invitare gli elettori a scrivere nella scheda il nome di Berlusconi.

Uscendo dall'ospedale Marina ai giornalisti ha detto: "Per fortuna sta bene, sta recuperando velocemente. È stato dimesso dalla terapia intensiva ed adesso è ricoverato nel reparto di degenza". E la campagna elettorale? "Dipende da come si sentirà, saranno i medici a dire quando potrà essere dimesso. Posso solo dire che da figlia mi auguro che per una volta metta se stesso e la sua salute davanti a tutto e a tutti. Anche se noi sappiamo come è fatto, non si è mai risparmiato, non ha mai rinunciato a combattere, a lottare per le sue idee, per quello in cui crede".

Dello stesso tenore le parole di Pier Silvio: "Ho visto il mio papà, sta bene, come ho avuto modo di dire ieri. È stata una bella botta però ha superato l’intervento alla grande. È un uomo forte e anche questa vicenda è stata un insegnamento, lo dico da figlio, perchè ha uno spirito unico davvero. Adesso starà a lui ma, conoscendolo, penso che sia pronto per la volata finale. Mi auguro che lo faccia con un pò di riguardo. Ma lui è così, è un combattente".

Berlusconi: "Grazie a tutti per lʼaffetto"

1 maggio 2019 - Silvio Berlusconi sta bene. Ricoverato ieri mattina al San Raffaele di Milano, il leader di Forza Italia è stato sottoposto a un intervento in laparoscopia dopo la diagnosi di occlusione intestinale, causata da un intervento di colicistemia che risale a 40 anni fa.

L'operazione è riuscita in maniera risolutiva fa sapere lo staff medico che si è preso cura di Berlusconi. L’ex premier, che sarà dimesso nei prossimi giorni, ieri pomeriggio non ha potuto prendere parte a Villa Germetto alla presentazione dei candidati di Forza Italia per le elezione europee.

I medici non lo hanno ritenuto opportuno "nonostante lui abbia insistito" ha spiegato poi il vice presidente di Forza Italia Antonio Tajani. Berlusconi già ieri pomeriggio ha voluto ringraziare sui social per i tanti messaggi di solidarietà e vicinanza ricevuti: "Grazie a tutti per l'affetto e per i tanti messaggi ricevuti. Sono in forma e pronto per questa campagna elettorale!".

Il medico personale di Berlusconi, dottor Alberto Zangrillo ha detto a NewsMediaset che giudica le condizioni dell’ex presidente del Consiglio "ottimali", che i "parametri sono stabili" e che quindi "non potevamo auspicare nulla di meglio". Secondo Zangrillo verso la fine della settimana o a inizio della prossima Berlusconi potrà essere dimesso.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO