Mattarella a Notre-Dame: "Qui per testimoniare l'amicizia dell'Italia verso la Francia"

Il Capo dello Stato è in Francia per le celebrazioni del 500° anniversario della morte di Leonardo Da Vinci.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è in Francia perché oggi è atteso da Emmanuel Macron prima ad Amboise e poi a Chambord per le celebrazioni del 500esimo anniversario della morte di Leonardo Da Vinci. Questa mattina, alle 9, è stato a Notre-Dame con la figlia Laura, il ministro della Cultura francese Franck Riester, da quello italiano Alberto Bonisoli e dall'arcivescovo di Parigi Michel Aupetit. È il primo Capo di Stato straniero a rendere visita alla cattedrale ferita. Mattarella si è avvicinato quanto più possibile alla facciata della cattedrale e ha rilasciato brevi dichiarazioni ai giornalisti italiani presenti:

"Sono qui a testimoniare l'amicizia dell'Italia nei confronti della Francia. Notre Dame è un archivio di memoria, tutti i principali eventi francesi sono passati da qui. Questa cattedrale rispecchia tanta parte della storia e dalla civiltà d'Europa. Ecco perché le ore dell'incendio dall'Italia sono state seguite con apprensione. Per me vederla ferita sono stati momenti di grande preoccupazione e coinvolgimento affettivo, ma vedere che è stata salvata dai vigili del fuoco mi provoca grande riconoscenza nei loro confronti"

Macron e Mattarella oggi celebreranno non solo Leonardo Da Vinci, ma anche i legami storici tra Francia e Italia. Incontreranno gli studenti insieme ad alte personalità italiane come l'architetto Renzo Piano e l'astronauta Samantha Cristoforetti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO