Zingaretti: "Conte sfiduciato? Solita buffonata di un gruppo di buffoni o il governo non c'è più?"

Il segretario del Partito Democratico Nicola Zingaretti prova a fare breccia nelle divisioni della maggioranza di governo, messa a dura prova dal caso di Armando Siri, il sottosegretario leghista indagato per corruzione che non intende dimettersi nonostante il premier Giuseppe Conte ne abbia chiesto la testa.

A difendere Siri c’è tutta la Lega, a cominciare dal suo leader. Dice Zingaretti: "Il leader della Lega ha detto: 'Conte non ha più la mia fiducia'. O è la solita buffonata di un gruppo di buffoni o prendiamo atto che il Governo non ha più la maggioranza. Il Presidente Conte si presenti alle Camere".

Il segretario dem prosegue attaccando il governo sul fronte economico: "I conti sono fuori controllo, l'Europa e i mercati se ne sono accorti e il ministro del Tesoro ha annunciato o tagli ai servizi o aumento Iva. Gli italiani devono sapere se qualcuno sta governando".

Sul caso Siri torna stamattina anche il presidente del Consiglio che smentisce crisi in vista: "Non ci sarà nessuna conta. Il caso Siri non è il caso all'ordine del giorno. Il caso Siri è stato all'ordine del giorno venerdì. Ci ritornerà al prossimo Consiglio dei Ministri". Conte ha chiesto ai giornalisti di "non alimentare polemiche sterili. Stiamo lavorando, siamo tutti concentrati a lavorare. Tutti determinati a portare avanti questa esperienza di governo. Non raccogliete false notizie, false dichiarazioni" perché in ogni caso "abbiamo un programma di lavoro che ci impegnerà per tutta la legislatura".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO