Briatore: "Il reddito di cittadinanza è una cazzata"

flavio briatore

L’imprenditore Flavio Briatore ha parlato a margine dell’assemblea di Federalberghi a Capri bocciando senza mezzi termini il reddito di cittadinanza

Flavio Briatore boccia senza mezzi termini il reddito di cittadinanza, una delle misure più volute dall’attuale governo per provare a rilanciare i consumi. A margine dell’assemblea di Federalberghi a Capri, l’imprenditore ritiene il rdc un altro mezzo di sussistenza per i fannulloni. "Il reddito di cittadinanza è una cazzata - dice Briatore - Ci vorrebbero dei contratti stagionali e noi sostituirci al Governo: se il governo dà a un dipendente 700 euro di reddito di cittadinanza per non far niente, bisognerebbe che dessero la possibilità agli imprenditori di pagare la stessa cifra, gestire il lavoratore per aiutarlo a crescere e poi, se è bravo, dargli un contratto a tempo indeterminato".

Briatore: "Il carico fiscale è impossibile"

Un discorso in parte vero quello fatto dall’ex manager di Formula 1, ma c’è anche da dire che il reddito di cittadinanza, se funzionerà bene, consentirà anche ai lavoratori di avere maggiore potere contrattuale, poiché soprattutto in alcune zone d’Italia il lavoro è molto sottopagato. Ovviamente, da solo il rdc non basta e come aggiunge lo stesso Briatore, bisogna cercare di abbassare la pressione fiscale, che spesso soffoca l’imprenditoria. "Siamo un Paese che vive sempre sulle sussistenze ma per vivere di sussistenza devi pagare e i soldi non ce l'hanno... La gente - insiste - ha bisogno di lavorare, i ragazzi vogliono lavorare. Abbiamo un carico fiscale impossibile".

A chi gli chiede quale sia la sua ricetta per consentire all’Italia di ripartire. "Creiamo posti di lavoro prima di dare tutte queste garanzie minime e massime alla gente che poi si disinvoglia. Anche qualcuno che ha la voglia di fare...", conclude Flavio Briatore.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO