Caso Siri, Salvini contro M5S: "Tappatevi la bocca, è l'ultimo avviso"

Matteo Salvini

Il Ministro dell'Interno Matteo Salvini ha replicato in modo duro agli ultimi attacchi del Movimento 5 Stelle sul caso di Armando Siri, che a due giorni dalla richiesta di dimissioni arrivata dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte non ha ancora fatto un passo indietro.

La questione sarà discussa in Consiglio dei Ministri mercoledì prossimo e se non ci sarà una soluzione entro quella data, si metterà al voto come anticipato oggi dal vicepremier Luigi Di Maio, anche se questo con ogni probabilità significherà ufficializzare la frattura all'interno del governo. Proprio per scongiurare l'arrivo al voto, il Movimento 5 Stelle non fa che lanciare nuovi appelli a Matteo Salvini, che oggi ha dato l'ultimo avvertimento:

A chi mi attacca dico tappatevi la bocca, lavorate e smettete di minacciare il prossimo. È l'ultimo avviso.

Il vicepremier leghista, intervenuto a Roma per l'ennesimo comizio nel giro di poche ore, è stato chiaro:

Gli amici dell'M5s pesino le parole. Se dall'opposizione insulti e critiche sono ovvie, da chi dovrebbe essere alleato no. La mia parola è una e questo governo va avanti cinque anni, basta che la smettano di chiacchierare. Mi dicono 'tiri fuori le palle'? Ricevo buste con proiettili per il mio impegno contro la mafia.

Basterà questo ultimatum a mettere un freno agli attacchi del Movimento 5 Stelle e del suo leader Luigi Di Maio?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO