Staino si candida con Vendola per Sinistra e Libertà, arriva l'espulsione del Pd?

staino Il celebre vignettista Sergio Staino si candida alle europee per Sinistra e libertà, il nuovo movimento di di Nichi Vendola, e non per il Pd. Questa la notizia che affossa ancor di più gli umori del Partito Democratico e dà un pò più di visibilità al nascente progetto del presidente della regione Puglia.

Le motivazioni potranno far discutere, fatto sta che il Pd fiorentino non l'ha preso bene ed è pronto a buttarlo fuori dal partito. Staino risponde così: "Cosa c'è di male? Li voglio solo aiutare a raggiungere il 4%. Punto ai voti della gente del Pd che rischia di astenersi o votare Di Pietro. Io mi sento del Pd, a Vendola l'ho detto chiaro: non chiedetemi di prendere la tessera, vi aiuto ma dopo torno a casa".

E se la porta sarà sbarrata? "Sarà bello vedere un Pd con la Binetti dentro e Bobo fuori". Come al solito l'ironia non manca a Staino, e come dargli torto?

Ringrazia Vendola: "Sono sinceramente grato a Staino per la decisione di candidarsi nelle nostre liste pur confermando l'adesione al Pd. Voglio anche esprimere un particolare apprezzamento per le motivazioni con cui Staino ha spiegato oggi sull'Unita' la sua scelta.

Come lui, sono anche io convinto che il superamento della soglia di sbarramento da parte di 'Sinistra e Liberta'' sia un bene non solo per noi ma per tutta la sinistra italiana".

Immagine|cubia

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO