Beppe Grillo: "Alcune idee di Casapound condivisibili" (video)


Avvengono strani incontri a pochi passi dal Viminale, dove c'è già la fila per il deposito dei simboli dei partiti che vogliono presentarsi alle prossime elezioni politiche. Simone Di Stefano, candidato alla Regione Lazio per Casapound Italia, incontra Beppe Grillo, leader del Movimento 5 Stelle. Entrambe le associazioni (partiti, nell'accezione tradizionale) intendono gareggiare per il Parlamento.
La notizia è però soprattutto nelle parole che i due si scambiano in favore di telecamere e videofonini.
Il capo politico del non-partito nato nel 2009 dichiara senza mezzi termini che il fatto che Casapound sia fascista "è un problema che non mi compete" e confessa di essere pronto ad accogliere anche militanti del movimento neofascista all'interno del M5S:

Questo movimento è ecumenico. Se un ragazzo di Casapound volesse entrare nel Movimento 5 Stelle e ha i requisiti per entrarci, ci entra. (...) Avete delle idee che sono condivisibili. Alcune un po' meno. Questa è democrazia.
Non possiamo non essere d'accordo sui concetti: fare una banca di Stato, fare microcredito alla piccola e media impresa, il reddito di cittadinanza.

Altro tema sul quale il comico (che nelle scorse settimane aveva definito il suo Movimento come una sorta di "cuscinetto" necessario per ammorbidire le tensioni sociali nel Paese e per placare derive populiste e nazi-fasciste negli ultimi tempi in crescita in Europa) e il rappresentante dei Fascisti del Terzo Millennio concordano è quello dell'intervento statale in alcuni settori determinanti per l'Italia:

Lo Stato deve prendersi l'energia, non le multinazionali. Questo non ti definisce di destra o di sinistra, ma una persona di buon senso che ragiona. Lo Stato deve gestire la sanità, le autostrade, le strutture, la scuola, l'informazione.


Una comunanza di idee che Grillo non nasconde per nulla. Al punto da confidare a Di Stefano che "sembri un delegato del Movimento 5 Stelle". Poche ore dopo sulla pagina Facebook ufficiale CPI attraverso una nota ha reso nota un'altra dichiarazione (virgolettata) del comico, non immortalata nel video che vi abbiamo proposto:

In Parlamento meglio CasaPound che Monti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO