Censis, gli italiani hanno poca fiducia nella politica

Senato

Cosa sognano gli italiani? Ce lo rivela oggi un sondaggio condotto da Censis in collaborazione con Conad, che fa emergere un quadro ben diverso da quello che l'esecutivo di Giuseppe Conte sostiene quando si dice convinto di avere l'appoggio della maggioranza degli italiani.

Gli italiani non solo continuano ad avere poca fiducia nella politica, ma ritengono in maggioranza che in questi ultimi dodici mesi la situazione economica italiana sia peggiorata. Lo sostiene il 55,4% degli intervistati, mentre il 42,3% è convinto che sia peggiorato anche l'ordine pubblico e che il rischio di essere vittima di reati sia aumentato (il 47,6% non ha notato dei cambiamenti).

Se si guarda al futuro, quindi, sono davvero pochi gli italiani convinti che l'Italia riuscirà a risollevarsi entro i prossimi 12 mesi. Solo il 16,9% lo crede, mentre il 48,4% degli intervistati si è detto certo che la situazione peggiorerà ulteriormente, anche sul fronte della sicurezza pubblica.

Di chi si fidano gli italiani? Qui la situazione si fa complessa: solo il 4% ha fiducia nei partiti e il 3,2% nei parlamentari italiani, ma sarebbe al minimo storico anche la fiducia nei confronti degli imprenditori (10,9%) e dei sindacati (8,1%). Il 40,7% degli italiani, però, avrebbe massima fiducia nei confronti dei grandi scienziati e più del 30% nei confronti del Presidente della Repubblica. Percentuale simile per il Papa (29,4%) e per i vertici delle forze dell'ordine (25,5%).

La posizione nei confronti dell'Unione Europea è molto particolare e si collega in modo diretto ai redditi degli intervistati. Il 66,2% degli italiani è contrario all'uscita dell'Italia dall'UE, ma se si vado ad incrociare ad analizzare i redditi di chi si è detto invece favorevole emerge una maggioranza di persone con i redditi più bassi (31%, mentre tra chi ha un reddito alto solo l'8,8% vorrebbe l'Italia fuori dall'UE.

Francesco Pugliese, amministratore delegato di Conad, ha così commentato il quadro emerso dal sondaggio:

I risultati della ricerca Censis-Conad ci raccontano un'Italia ancora immersa nell'incertezza, ma nello stesso tempo ci suggeriscono la strada da seguire per uscire dall'epoca della paura e dell'immobilismo. Il Paese ha bisogno di più equità e meritocrazia, di una politica che premi l'impegno e promuova la solidarietà, i legami sociali e il senso di comunità. Sono i presupposti necessari per tornare a condividere un grande sogno collettivo, il più potente motore della crescita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO