Il ritorno di Vauro ad Anno zero e l'amaro 25 aprile

Anno zero, ieri sera è tornato Vauro con le sue irresistibili vignette. Dopo la sospensione e la puntata della scorsa settimana in cui i suoi disegni sono stati comunque protagonisti, il giornalista è tornato più in forma che mai con una satira pungente e a tratti molto amara.

Da Mentana al caso Pinar, dalla sparizione televisiva del mago Silvan agli incubi di Napolitano; il meglio però Vauro l'ha dato indiscutibilmente con le vignette sul 25 aprile, le ultime due in particolare. L'ultima recità così: "Nonno cosa accadde il 25 aprile? Niente" con la faccia di Berlusconi dietro a pieno schermo. Amaro ritratto di una democrazia malata.

Alla fine di una puntata di Anno zero come quella di ieri è lampante, se ancora ce ne fosse bisogno, la constatazione di come la democrazia italiana si stia svuotando poco a poco della sua sostanza e dei suoi significati. Il centro politico si è spostato tutto nell'arena mediatica, e qui, anche l'elettore di destra più accanito ne sarà consapevole, Berlusconi non ha avversari per mezzi e potere.

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO