"Vinci Salvini" non è conforme al regolamento sulla protezione dei dati

vinci salvini

Oggi Matteo Salvini e la Lega hanno svelato quello che pensano davvero dei propri elettori. L'imbarazzante concorso social Vinci Salvini - lanciato per promuovere la corsa alle elezioni europee con tanto di video trash col leader della Lega che invita gli utenti a mettere "mi piace" ai contenuti pubblicati da Salvini sui propri profili social e vince così la possibilità di una telefonata o di un incontro col "Capitano" - tratta i sostenitori della Lega come degli idioti, pronti a lanciarsi di una corsa al "like" più veloce pur di avere un contatto, anche virtuale, con una figura politica che è sempre più circondata dal vuoto.

Il giochino di distrazione funziona anche stavolta e non è un caso che questo pseudo concorso sia stato lanciato proprio mentre la credibilità di Matteo Salvini è stata minacciata dal caso Siri e dalla decisione di dichiarare guerra alla cannabis. E così, ai tanti delusi dalla Lega - è sufficiente farsi un giro sul profilo Facebook di Salvini per notare il tono dei nuovi commenti da parte dei suoi sostenitori - da oggi e per le prossime settimane viene offerta la possibilità di ricevere una telefonata da parte di Salvini o addirittura anche di riuscire ad incontrarlo, come se fosse una rockstar.

Quello che bisogna fare è collegarsi al sito lanciato per l'occasione www.vincisalvini.it e accedere col proprio account di Facebook. Questa operazione autorizzerà l'applicazione Lega, collegata al sito, a ricevere alcune vostre informazioni personali come nome, cognome, foto di profilo e indirizzo email.

Cosa ne sarà di quei dati che, per stessa ammissione della Lega, saranno conservati "su server ubicati all’interno dell’Unione Europea di proprietà e/o nella disponibilità di LEGA per SALVINI PREMIER e/o di società terze incaricate"? Stando all'informativa sulla privacy pubblicata sul sito del concorso, i dati personali che la Lega potrà gestire saranno nome, cognome, sesso, indirizzo di posta elettronica, Stato, comune e provincia di residenza, ma anche "data di nascita, numero di cellulare, riferimento account Instagram, riferimento account Twitter".

In un click si forniscono alla Lega e a Matteo Salvini una valanga di dati sensibili che potranno essere utilizzati, ed è sempre la stessa informativa a dircelo, anche per l’invio di materiale illustrativo, di aggiornamento sulle novità, iniziative e attività del Movimento (materiale informativo e comunicazioni di promozione elettorale e politica, informazioni su manifestazioni, incontri, assemblee, dibattiti, conferenze, convegni e simili, vendita di gadget, pubblicazioni o altro, attraverso l’invio di posta tradizionale, posta elettronica, sms, mms, piattaforme di messaggistica istantanea o attraverso contatti telefonici).

Insomma, al di là dell'ammirazione si può avere per un leader politico, siete davvero sicuri di voler fornire tutti questi dati personali e finire, nella migliore delle ipotesi, di una mailing list in mano di un partito politico, la Lega in questo caso?

Una volta fatto quel click e data l'autorizzazione ad usare i vostri dati, revocare il consenso non è così immediato. O meglio, ci sono due possibilità per farlo: inviando una richiesta a mezzo lettera raccomandata a/r all’indirizzo "Lega per Salvini Premier, Milano, Via Bellerio, n. 41" oppure inviando una pec all'indirizzo legapersalvinipremier@pec.it.

Tutto questo, ovviamente, dando per scontato che LEGA per SALVINI PREMIER rispetti le regolamentazioni in materia. Sul fronte del GDPR, il regolamento generale sulla protezione dei dati, ad esempio, il sito non sembra essere conforme. Abbiamo eseguito un test di conformità utilizzando il servizio offerto da Cookiebot e il responso è stato chiaro: il sito NON È CONFORME.

Essere in regola col GDPR è obbligatorio dal maggio dello scorso anno e dal sito di un politico che per anni è stato un Europarlamentare (e lo era anche nel 2016 quando il GDPR è stato approvato dal Parlamento UE) e che punta a conquistare l'Europa dopo le prossime elezioni ci si aspetterebbe un rispetto totale delle regole.

La non conformità del sito, che di fatto non tutela gli utenti come dovrebbe, fa sorgere ulteriori dubbi: siamo sicuri che anche i dati personali degli utenti non verranno utilizzati per finalità diverse da quelle dichiarate? Senza contare che il concorso si concluderà il 26 maggio prossimo, giorno in cui gli italiani si recheranno ai seggi per rinnovare il Parlamento Europeo, ma i dati saranno conservati da LEGA per SALVINI PREMIER almeno fino al 31 maggio 2020, più di un anno dopo la fine dell'iniziativa.

Se volete davvero cedere a questo nuovo modo di fare propaganda e farvi distrarre dai giochini di Matteo Salvini, fatelo almeno in modo consapevole.

È TORNATO IL VINCI SALVINI! ISCRIVITI SUBITO SU VINCISALVINI.IT

Ebbene sì, finalmente è tornato il... VINCI SALVINI!!!😎
Come funziona?
Fa più punti chi mette più velocemente "Mi piace" ai miei post su Facebook e, da quest'anno, anche su 👉TWITTER e 👉INSTAGRAM.
Cosa si vince?
Ogni giorno la tua foto diffusa sui miei canali social a 6 milioni di amici, una telefonata con me e, ogni settimana, un caffè di persona (pensa che fortuna!😀).
Anche questo video avrà tutti contro? Giornaloni, intellettualoni, professoroni, analisti, sociologi... Pazienza!
Ai rosiconi diciamo: finché ce la lasciano LIBERA, la rete la useremo il più possibile.
Iscriviti subito su: ✅www.vincisalvini.it
Oggi vinciamo online, il 26 maggio con li voto alla Lega vinciamo in tutta Europa!

Regolamento: https://www.vincisalvini.it/files/regolamento.pdf

Posted by Matteo Salvini on Sunday, May 5, 2019
  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO