Sblocca cantieri, telecamere obbligatorie a scuola e nelle case di riposo

asilo

Tutte le aule delle scuole dell'infanzia e delle case di assistenza e cura per anziani e disabili potrebbero essere ben presto dotate di telecamere che serviranno a ridurre e possibilmente eliminare i casi di maltrattamenti ed abusi che fin troppo spesso riempiono le pagine della cronaca italiana.

A stabilirlo è un emendamento al decreto Sblocca Cantieri attualmente in discussione al Senato, firmato da senatori di Lega, Movimento 5 Stelle, Partito Democratico e Forza Italia e proprio per questo destinato a passare. Stando all'ultima versione del testo, spetterà ai Comuni il compito di dotare scuola e case di riposo di telecamere di sorveglianza, ma il governo stanzierà dei fondi ad hoc quantificati in 10 milioni di euro per il 2019 e 30 milioni di euro all'anno per il 2020, 2021, 2022 e 2024.

Questo, però, non è l'unico emendamento presentato in Senato e su alcuni punti è facile immaginare uno scontro tra le due forze politiche al governo. La Lega, ad esempio, punta con un emendamento ad alzare fino a un milione di euro la soglia per evitare la gara e affidare un appalto tramite la procedura negoziata con dei limiti a seconda del costo dei progetti.

Per appalti tra i 40mila e i 150mila euro, ad esempio, l'emendamento prevede l'affidamento diretto dal progetto "previa consultazione di tre operatori economici. Il secondo scaglione, tra i 150mila e i 350mila euro, prevede la consultazione di 10 operatori economici, che salgono a 15 per i progetti fino ad un milione di euro.

Il Movimento 5 Stelle, invece, vorrebbe far scendere ulteriormente la soglia massima del subappalto, già fissata dallo Sblocca cantieri al 50% del valore dei lavori. L'emendamento presentato al Senato porta quella soglia al 40%. Allo stesso modo M5S ha proposto anche la creazione di un fondo salva-cantieri che dovrebbe servire a tutelare subappaltatori e sub-fornitori.

I lavori in Senato stanno procedendo senza sosta con un obiettivo ben chiaro: completare l'esame degli oltre mille emendamenti entro la prossima settimana, prima dello stop dei lavori a causa delle elezioni europee. Se tutto procederà senza intoppi, dopo il 26 maggio il testo passerà all'esame della Camera e sarà convertito in legge entro il 7 giugno 2019.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO