Mare Jonio, la Procura di Agrigento: "L'equipaggio non è indagato"

È della polizia giudiziaria l'iniziativa sull'ipotesi di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Equipaggio della Mare Jonio non è indagato

La nave Mare Jonio dell'Ong Mediterranea che ieri è sbarcata a Lampedusa con a bordo 30 migranti salvati in acqua è sotto sequestro, ma il suo equipaggio non è indagato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina come era stato annunciato ieri. La Procura di Agrigento, infatti, ha spiegato che quell'ipotesi di reato era della polizia giudiziaria, ma i om non hanno iscritto nessuno nel registro degli indagati.

Entro lunedì la Procura si pronuncerà sul sequestro della nave che è stato messo in atto su indicazione del Ministero dell'Interno. E proprio il titolare del Viminale, Matteo Salvini, è tornato ad attaccare sul tema migranti, visto che anche il MoVimento 5 Stelle nelle ultime ore lo ha criticato per i mancati rimpatri, e ha detto:

"Un migliaio di persone sbarcate dal primo gennaio 2019 contro le quasi 10.000 dello stesso periodo di un anno fa, dati aggiornati a stamattina. I rimpatri nel 2019 sono 2.301 (più del doppio degli arrivi), di cui 2.179 forzati (dato aggiornato al 5 maggio) e 122 volontari assistiti (dato aggiornato al 7 aprile). Nel 2019 c’è stato un cadavere recuperato e 402 dispersi (stima Unhcr) contro i 23 morti accertati del 2018, anno in cui la stima dei deceduti e dispersi toccò quota 2.277. Nel 2016 (governo di centrosinistra) ci furono 390 morti accertati e 5.096 dispersi. Nel 2019 meno sbarchi, meno reati commessi, meno morti in mare. Se qualcuno rimpiange i porti aperti che portavano in Italia più clandestini e facevano morire in mare più persone, sappia che avrà nel sottoscritto un avversario irriducibile"

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO