Elezioni in Sudafrica: il trionfo di Zuma e dell'African National Congress

zuma

Mercoledì vi avevamo presentato le elezioni sudafricane, con il confronto tra Zuma, dell'African National Congress e tutti gli oppositori. La vittoria dell'Anc era data per certa ma era importante scoprire i numeri della vittoria. Ecco, con lo spoglio dei voti ormai quasi alla fine, possiamo dire che Zuma ha stravinto.

L'Anc ha ottenuto il 66,91 percento delle preferenze, eleggendo Zuma alla presidenza e conquistando più dei due terzi delle preferenze, a dispetto della formazione del Congress of the People, il partito di opposizione nera che avrebbe potuto creare qualche problema a Zuma e compagni. Ora, se lo vorrà, l'Anc potrà modificare unilateralmente la costituzione.

Il responso delle urne mostra come, nonostante gli scandali di corruzione e le difficoltà nel governare un Paese così complesso come il Sudafrica, il partito dei liberatori sia ancora un saldo punto di riferimento nella coscienza della popolazione. Così come il suo leader spirituale e carismatico, Nelson Mandela.

Agli altri è rimasto ben poco. La Democratic Alliance (Da) si consola con l'importante conquista del Western Cape, l' unica provincia che non sarà governata dall'Anc e con un 15.91 percento a livello nazionale che è un sensibile miglioramento rispetto alle ultime consultazioni (4 punti circa).

Il Cope, presentato a inizio elezioni come la vera novità di questo turno elettorale, oscilla tra il 7 e l'8 percento dei voti, con punte del 16 del Northern Cape e del 12 nel Free State. Una buona performance per il partito nato da una costola dell'Anc, ma niente di più.

Immagine|Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO