Mimmo Lucano alla Sapienza tra gli applausi degli studenti | Forza Nuova: "Nemico dell’Italia"

Due cortei contrapposti a Roma per Mimmo Lucano. Il sindaco indagato e sospeso dalle sue funzioni oggi ha parlato alla Sapienza della sua Riace. Un modello di accoglienza e integrazione dei migranti messo in discussione dall’inchiesta Xenia della procura di Locri (RC) che ha ottenuto il rinvio a giudizio di Lucano per le accuse di favoreggiamento dell’immigrazione irregolare, attraverso presunti matrimoni di comodo, e abuso d’ufficio.

Un presidio di studenti e di antifascisti ha accolto festante il sindaco davanti all’università. Dall’altra parte della barricata i militanti di Forza Nuova, fermati dalla polizia per evitare disordini e scontri, che hanno contestato il primo cittadino dietro a uno striscione: "Lucano, nemico dell'Italia".

Uno studente è stato aggredito da un militante neofascista. Lucano nel suo intervento davanti agli studenti ha poi spiegato che quanto fatto a Riace "riguarda un contesto particolare, aree interne della Calabria che si sono spopolate".

Chi contesta il modello Riace - ha continuato Lucano tra gli applausi - "pensa che io sia un sindaco che vuole riempire i borghi calabresi con coloni africani, che promuovo una sostituzione etnica". Ma queste persone "non conoscono Riace, non conoscono i borghi calabresi. I migranti non hanno occupato nessuno spazio degli italiani". Il processo a carico del sindaco inizierà a giugno.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO