Torino: nuova busta con proiettile alla sindaca Appendino

appendino busta proiettile

"Io vado avanti con la massima determinazione". Chiara Appendino replica così su Facebook alla nuova intimidazione subita nella giornata di ieri. La sindaca di Torino ha ricevuto una nuova busta contenente un proiettile presso gli uffici del comune. Il plico è stato intercettato dagli uomini della Digos che hanno subito avviato le indagini del caso. Non è la prima volta che l’Appendino (prima cittadina eletta tra le fila del Movimento 5 Stelle) viene fatta oggetto di intimidazioni: lo scorso 1° aprile, infatti, aveva ricevuto sempre presso gli uffici di piazza Palazzo di Città una busta esplosiva.

La notizia è stata data pubblicamente dalla stessa sindaca, che sul proprio profilo Facebook ha pubblicato la foto della busta minatoria, accompagnata da alcune riflessioni.

"Non si sa chi sia il mittente né quali siano le motivazioni - scrive Appendino - . So però molto bene che questi tentativi di intimidazione non sortiscono alcun effetto e, anzi, spronano a continuare a svolgere il mio ruolo di Sindaca con la massima determinazione".

Appendino sotto scorta: protezione di 4° livello

Sotto scorta ormai da mesi, la sindaca di Torino viene minacciata in particolar modo da esponenti del mondo anarchico. L’ultimo strappo si è consumato lo scorso 1 maggio, in occasione dei tafferugli scoppiati tra la polizia e alcuni manifestanti No Tav. Nell’occasione, la prima cittadina di Torino ha ringraziato pubblicamente le forze dell’ordine, innalzando la tensione con gli anarchici che la ritengono, appunto, esponente del "partito della polizia". Episodi di tensioni si sono verificati nei mesi scorsi anche con alcune iniziative davanti al negozio di proprietà del marito di Appendino o sotto casa della sindaca. Episodi che hanno convinto le istituzioni ad assegnarle una protezione di livello quattro, con due poliziotti sempre al proprio fianco.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO