L'UE contro la Regione Lazio: discrimina i rom nell'assegnazione delle case popolari

Aperta una procedura di pre-infrazione.

UE contro Lazio per discriminazione rom

Alessandro Sartore, assessore al Bilancio della Regione Lazio, in una relazione informativa al Consiglio Regionale ha fatto sapere che l'Unione Europea ha avviato una procedura di pre-infrazione nei confronti della Regione in relazione all'assegnazione degli alloggi popolari ai rom e per questo ha chiesto una serie di informazioni per capire se viene rispettata la direttiva 2000/43 sull'uguaglianza razziale.

Il problema, infatti, sarebbe una discriminazione delle popolazioni rom in quanto vengono richiesti requisiti come la residenza e lo sfratto che, per la loro situazione di fatto, non possono dimostrare di avere, perché, appunto, sono nomadi.

Nel caso in cui venisse aperta l'infrazione vera e propria, la Regione Lazio potrebbe ritrovarsi coinvolta per l'aspetto della compatibilità della Legge Regionale n. 12/99, che riguarda la "Disciplina delle funzioni amministrative regionali e locali in materia di edilizia residenziale pubblica" con la direttiva europea 2000/43.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO