Striscioni contro Salvini: scatta l'iniziativa a Milano (e non solo)

Striscioni Salvini

Mancano pochi giorni alla manifestazione indetta da Matteo Salvini sabato prossimo in piazza Duomo a Milano e se i sostenitori del "Capitano" si stanno già organizzando per trascorrere un sabato pomeriggio a base di pioggia e propaganda politica, i suoi detrattori hanno in programma di accogliere il Ministero dell'Interno a suon di striscioni contro le sue posizioni e le sue attività.

Nelle ultime settimane, infatti, in diverse delle tappe del serrato tour elettorale di Matteo Salvini le forze dell'ordine sono dovute intervenire per rimuovere o far rimuovere degli striscioni, affissi da privati su balconi o finestre, contro il leader della Lega e la sua propaganda. Il caso più eclatante è stato quello di Brembate di Sotto, alle porte di Bergamo, dove i vigili del fuoco sono intervenuti per rimuovere lo striscione anti-Salvini esposto da un cittadino.

Altri hanno seguito quell'esempio esponendo degli striscioni contro il leader della Lega nelle città in cui Salvini ha tenuto dei comizi e sabato prossimo a Milano ci sarà un'esplosione di striscioni. L'iniziativa #salvinitoglianchequesti lanciata dai Sentinelli di Milano parla chiaro:

Il 18 maggio esponi uno striscione o un cartello e poi prepara il caffè al pompiere o l'agente che salirà a rimuoverlo.

Tutti quei cittadini milanesi che sabato vorranno dare il loro benvenuto al Ministro.
Di tutti quelli che vorranno sprigionare la fantasia.
Di tutti quelli che non accettano l'idea che in un Paese democratico il dissenso non sia permesso.
Non ci sono indicazioni.
Non c'è un orario.
Da adesso al 18 ( e magari oltre) riempiamo i balconi di Milano della nostra idea di mondo.
Che non è la sua.

In tanti hanno già risposto all'invito, e non soltanto a Milano, e in tantissimi altri lo faranno nei prossimi giorni in tutte le città in cui Salvini farà tappa in vista delle prossime elezioni europee.







  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO