Prof sospesa, Zingaretti: "non si può criticare Salvini?"

Nicola Zingaretti ha deciso di spendersi in favore dell'insegnante di Palermo sospesa per "non aver vigilato su un lavoro svolto dagli alunni". I fatti risalgono al 27 gennaio scorso, giornata della memoria, celebrata nell'Istituto Tecnico Industriale Vittorio Emanuele III di Palermo. I ragazzi avevano il compito di realizzare un contenuto video sulla giornata della memoria, nel quale hanno parlato ovviamente anche delle vergognose leggi razziali promulgate sotto il fascismo.

Nel realizzare questo lavoro, i ragazzi stessi, hanno deciso di accostare le leggi razziali a quanto previsto, in alcuni passaggi, dal decreto sicurezza firmato da Matteo Salvini. Il paragone è certamente forzato ma, come hanno sottolineato tutti dalla scuola, l'iniziativa era stata presa dagli studenti senza che l'insegnante lo sapesse. Oltretutto, anche se si è trattato di un paragone azzardato, questo rientra certamente tra le lecite manifestazioni del libero pensiero.

Nonostante il fatto che tutti gli attori di questa storia, compresi gli ex studenti, si siano spesi in favore dell'insegnante, spiegando che i ragazzi non erano stati in alcun modo indirizzati, la professoressa è stata comunque punita con una sospensione di 15 giorni e con lo stipendio dimezzato.

Il segretario del Pd è intervenuto nel dibattito utilizzando Facebook, chiedendo che l'insegnante venga subito reintegrata: "Fatemi capire. In Italia Casa Pound deve essere libera di dire e fare quello che vuole. Mentre un'insegnante deve essere sospesa per le opinioni di un suo studente che critica Salvini e le leggi varate dal Governo Lega - 5Stelle. Ma siamo pazzi? Questa insegnante deve tornare subito al suo lavoro".

Anche il palermitano Pietro Grasso ha voluto dire la sua, condividendo il video realizzato dagli studenti dell'Istituto Tecnico: "Visto che tutti coloro che ne parlano non l’hanno visto, a partire dalla sottosegretaria Borgonzoni, ho deciso di pubblicare il video completo dei ragazzi dell’Istituto Tecnico Industriale di Palermo (omettendo solo l’ultima slide con i nomi)".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO