Di Battista: "Salvini lavori, anche io pago il suo stipendio"

Alessandro Di Battista e il Movimento 5 Stelle sembrano aver preso strade diverse da qualche mese, ma l'ex deputato grillino continua ad osservare da vicino quello che sta succedendo al governo e oggi, dalle pagine del Corriere della Sera, si è lanciato in un attacco al vicepremier Matteo Salvini, criticato quotidianamente anche dai suoi allegati di governo.

Di Battista parla del leader della Lega come di una persona arrogante più interessata al marketing che alla sicurezza del Paese:

Suggerisco a Salvini di essere meno arrogante e chiedere una mano al presidente Conte, dato che vanta una maggiore credibilità a livello internazionale rispetto a lui. È una questione politica, non personale. Sono un semplice cittadino, lo stipendio a Salvini lo pago anche io. Vorrei che lavorasse di più: meno marketing e più sicurezza sui territori.

Se il governo ha finalmente iniziato ad interessarsi dei cittadini, secondo Di Battista, è in gran parte merito del Movimento 5 Stelle e proprio per questo motivo si augura che il "governo del cambiamento" riesca ad andare avanti per i prossimi 4 anni:

Mi auguro che duri ancora 4 anni, anche perché ci sono tante cose da fare. Non vedo litigi, ma un Movimento intransigente davanti agli scandali di corruzione che hanno toccato tutti i partiti. Salvini pensava che il Movimento, in quanto alleato, tacesse davanti alla corruzione? Siamo legati da un contratto, non siamo complici. Ma lasci che le dica: a mio avviso politicamente non è questa la fase delicata.

Se al momento Di Battista sembra essersi preso una pausa dalla politica, le cose potrebbero cambiare quando si tornerà al voto. L'ex deputato, infatti, ha precisato di interessarsi più di politica internazionale, ma ha già annunciato di volersi ricandidare alle prossime elezioni politiche.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO