Milano, oggi l'evento sovranista di Salvini. Sala: "Non si prenderanno la città"

Beppe Sala su ius soli contro Salvini

Nel giorno della grande manifestazione di Matteo Salvini a Milano insieme ad 11 capi-partito dell'ultradestra europea, a cominciare dalla francese Marine Le Pen, il sindaco del capoluogo lombardo Giuseppe Sala si è detto "tra il preoccupato e l'attento" per l'arrivo delle 100mila persone auspicate dal leader della Lega.

Sala non vede di buon occhio che la sua città sia stata scelta per il ritrovo dei sovranisti che segna la conclusione della campagna elettorale di Matteo Salvini per le elezioni europei della settimana prossima e questo traspare benissimo dalle sue dichiarazioni odierne:

Spazio a tutti per fare manifestazioni ma poi quello che io dico a questi sovranisti è che si possono prendere l'Italia, l'Europa, il mondo ma non Milano, credo che resisterà.

L'evento si aprirà alle 15.30 da Porta Venezia e da lì il corteo proseguirà per San Babila e piazza Scala prima di arrivare sotto al palco montato in piazza Duomo, dove si terrà il comizio che vedrà Matteo Salvini assoluto protagonista.

In parallelo, però, le associazioni antifasciste e antirazziste si raduneranno in piazza del Cannone per un contro-corteo che attraverserà piazzale Cadorna, via Carducci e la circonvallazione interna per arrivare ai giardini della Guastalla.

La contro-manifestazione odierna è stata organizzata da numerose associazioni, da Non una di meno a Milano Antifascista Antirazzista Meticcia e Solidale, passando per il Centro sociale Cantiere.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO