"Salvini amico dei mafiosi": indagata a Milano per striscione contro il vicepremier

Matteo Salvini

Una cittadina milanese di cui non è stata resa nota l'identità è indagata per diffamazione a causa di uno striscione contro il Ministro dell'Interno Matteo Salvini esposto nei giorni scorsi dal balcone della sua abitazione in via Morgantini, zona San Siro, con scritta la frase "Salvini amico dei mafiosi, nemico dei poveri".

Tre giorni fa 8 agenti in borghese si erano recati in casa della donna per intimarle di rimuovere lo striscione, ma la cittadina si era rifiutata di farlo sostenendo fosse un suo diritto lasciarlo esposto. In supporto della donna erano intervenuti anche altri cittadini della zona, riunitisi nel comitato Abitanti di San Siro, e a quel punto gli agenti avevano desistito e se ne erano andati lasciando esposto lo striscione:

Anche San Siro ha dovuto subire un ennesimo atto di intimidazione nei confronti della libertà di espressione. Alla porta di una degli abitanti del quartiere che ha voluto mostrare il proprio dissenso alla presenza di Salvini & co, si sono presentati 8 agenti in borghese, che hanno intimato di rimuovere lo striscione dal balcone, minacciando di sfondare la porta.

Oggi, però, il pubblico ministero responsabile dell'antiterrorismo Alberto Nobili, dopo che la Digos gli ha trasmesso gli atti relativi all'episodio, ha deciso di aprire un fascicolo e indagare la donna per diffamazione.

#FreeLenzuoli
>>>CONTINUA LA BATTAGLIA DI SELFINI CONTRO I LENZUOLI DI TUTTA ITALIA <<<

Dopo essere stato "accolto" al...

Posted by Abitanti Di San Siro on Wednesday, May 15, 2019
  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO