Napolitano: “I sovranisti e gli anti-europeisti propongono un inganno"

Giorgio Napolitano

Domenica prossima i cittadini italiani si recheranno al seggio per eleggere il nuovo Parlamento UE e oggi a fare una raccomandazione prima del voto ci ha pensato il presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano, che ha voluto mettere in guardia gli italiani - e non solo - dai sovranisti e dagli anti-europeisti che hanno ottenuto maggiore potere nei vari Paesi UE, Italia compresa.

Dalle pagine di Repubblica, Napolitano ha spiegato che "la sinistra rappresenta la sola speranza e la via di una nobiltà della politica", perché "i sovranisti e gli anti-europeisti propongono un’illusione se non un vero e proprio inganno".

L'Unione Europea, ha spiegato il Presidente emerito, è nata “dall’immane disastro della seconda guerra mondiale in reazione ai nazionalismi e alle tendenze reazionarie, fasciste e di destra che l’hanno provocato” e "questo patrimonio non può essere disperso".

Napolitano mette in guardia anche dall'ipocrisia di chi sostiene di essere europeista, ma si comporta in modo diametralmente opposto. E il riferimento, neanche troppo velato, è al Ministro dell'Interno Matteo Salvini, che due giorni fa si era definito "più europeista degli europeisti":

Non si può addebitare alle istituzioni europee un eccesso di severità solo perché ci si preoccupa – come necessario – di evitare uno strisciante avventurismo finanziario che può essere catastrofico per la crescita presente e futura dei nostri Paesi.

Il Presidente emerito ha voluto anche ricordare gli enormi sforzi fatti dai cittadini italiani in questi ultimi anni, che rischiano di venir in parte vanificati dalle nuove politiche divisive dei sovranisti:

Penso che i sacrifici che gli italiani hanno fatto negli anni di più rigorosa conduzione delle politiche economico-finanziarie non possano essere vanificati se non si prosegue nel percorso di risanamento del bilancio pubblico. Come è possibile continuare a pagare di più per la spesa sugli interessi del debito che per l’istruzione?

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO