Salvini rincara la dose: "L'ONU fa ridere, è da scherzi a parte"

Matteo Salvini lotta alla cannabis

Il Ministro dell'Interno Matteo Salvini ha trovato un nuovo nemico temporaneo su cui scaricare le ultime cartucce della sua campagna elettorale: l'Organizzazione delle Nazioni Unite che ieri ha osato criticare il decreto sicurezza bis fortemente voluto proprio dal leader della Lega.

E così, come accade ogni volta che Salvini viene raggiunto da una critica, la risposta è stata esagerata e da bullo. Dopo la nota diffusa dal Viminale, in cui si invitava l'ONU ad occuparsi di argomenti più urgenti, il Ministro dell'Interno ha voluto rincarare la dose durante la sua partecipazione alla Fiera Internazionale del vaping e della sigaretta elettronica a Verona (un tema molto caro alla Lega):

Un organismo internazionale che costa miliardi di euro ai contribuenti, che ha come membri la Corea del Nord e la Turchia, regimi totalitari, e viene a fare la morale sui diritti umani all'Italia, a Salvini per il decreto sicurezza, fa ridere, è da 'scherzi a parte'.

Tra l'ennesimo selfie, una macedonia e qualche sbrodolamento sui numeri della manifestazione di Milano, Salvini ha ribadito di voler andare fino in fondo col decreto sicurezza bis già a partire da domani, quando passerà l'intera giornata a lavorare al Viminale:

Sono pronto a portare il decreto sicurezza domani in consiglio dei ministri. Io domani sono a Roma, mi sono tenuto la giornata piena di impegni al ministero. E quindi non vedo l'ora che il decreto sicurezza diventi realtà. [...] Spero quindi che nessuno abbia da ridire.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO