Migranti, Riace vince il ricorso al Tar e resta nello Sprar

Domenico Lucano

Il Tar della Calabria ha accolto il ricorso che il comune di Riace aveva presentato contro il provvedimento del Ministero dell'Interno guidato da Matteo Salvini che lo scorso ottobre lo aveva escluso dallo Sprar, il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati.

Escludendo Riace dallo Sprar, il Ministero aveva quindi disposto il trasferimento di tutti i migranti inseriti nel sistema di seconda accoglienza di Riace a causa delle presunte irregolarità nella gestione dei fondi statali destinati al sistema di accoglienza.

A presentare il ricorso per conto del comune di Riace era stato, lo scorso gennaio, il vice sindaco Giuseppe Gervasi - dopo la sospensione del sindaco Domenico Lucano e il divieto di dimora nel comune - e oggi il Tribunale amministrativo regionale della Calabria si è espresso sulla questione, accogliendo quel ricorso e annullando quindi il provvedimento firmato da Matteo Salvini.

Secondo la difesa del Comune di Riace era stato autorizzato un finanziamento per il periodo 2017-2019 "in prosecuzione del triennio precedente senza avere comminato penalità, e dall'altro, quasi contestualmente, ha assunto un atto che fonda le penalità e, dunque, la revoca su criticità afferenti al precedente triennio".

I giudici, nel motivare la loro decisione, hanno reputato che "la contraddittorietà tra la prosecuzione autorizzata a dicembre e la successiva nota di gennaio sia manifesta":

L'autorizzazione alla prosecuzione del progetto può, dunque, trovare spiegazione solo con la massima benevolenza dell’Amministrazione’, di cui dà conto la difesa erariale, evidentemente attuatasi mettendo a disposizione del Comune risorse umane e finanziarie, nonostante il riscontrato caos gestionale ed operativo, che emerge con chiarezza dagli atti di causa.

Il Comune di Riace resta quindi nel sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO