Sindacato pensionati Cgil contro il governo: "Dopo le Europee si riprende 100 milioni"

pensionati governo

Nel prossimo mese di giugno il cedolino dei pensionati darà più leggero per via di due motivi: il conguaglio per via del taglio della rivalutazione delle pensioni 2019 previsto dalla Legge di Bilancio; il taglio alle pensioni d’oro. Lo conferma l’Inps tramite il proprio sito ufficiale che sottolinea come il primo provvedimento riguarderà le pensioni superiori a tre volte la cifra minima, ovvero a partire da 1552 euro lordi/mese, percepita da circa 5,6 milioni di pensionati. Il taglio alle pensioni d’oro, anch’esso contenuto nella Legge di Bilancio, riguarderà invece i trattamenti superiori ai 100.000 lordi l’anno a decorrere dal 1° gennaio 2019.

Secondo quanto previsto dalla maggioranza di governo con la manovra finanziaria, il taglio alle pensioni d’oro avverrà in base ad un’aliquota percentuale proporzionata agli importi percepiti. Le fasce sono in tutto cinque: 15% per la quota di importo da 100 mila a 130 mila euro; 25% da 130 mila a 200 mila euro; 30% da 200 mila a 350 mila euro; 35% da 350 mila a 500 mila euro; 40% oltre i 500 mila euro. Contestualmente a questi tagli, ci sarà il conguaglio relativo al periodo gennaio-maggio e che sarà suddiviso in tre rate: la prima a giugno, la seconda a luglio e la terza ad agosto. Secondo le stime del governo, dal taglio delle pensioni d’oro l’Inps risparmierà 76 milioni di euro nel 2019, 80 milioni nel 2020 e 83 milioni nel 2021.

Il sindacato pensionati Spi-Cgil insorge

Secondo il sindacato dei pensionati Spi-Cgil, però, il risparmio sarà di 100 milioni di euro solo per il conguaglio di perequazione sui tre mesi. Il segretario generale Ivan Pedretti rilancia la manifestazione unitaria dei pensionati indetta da Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil in programma sabato 1 giugno a Roma e attacca:

"Lo avevamo denunciato da tempo e ora abbiamo la certezza. Dopo averli definiti avari, il governo beffa ancora 5,5 milioni di pensionati riprendendosi i soldi che hanno avuto in più di rivalutazione nei mesi di gennaio, febbraio e marzo per un totale di 100 milioni di euro. Ovviamente il tutto avverrà subito dopo le elezioni europee. Fanno come e peggio degli altri. Alla faccia del cambiamento".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO