Berlusconi: "Nuove elezioni a settembre, governo mente per non rispondere ai problemi"

silvio-berlusconi-elezioni a settembre

Nuove elezioni a settembre: è quello che auspica Silvio Berlusconi, in caso di crisi di governo. L'ex premier e leader di Forza Italia, che sarà capolista ovunque per queste elezioni europee, spiega: "Molti dei miei però mi dicono che i 5 Stelle non vogliono andare a casa per poter continuare a prendere lo stipendio da parlamentare".

Berlusconi ammette che con Matteo Salvini non si sentono più "ma si parlano i nostri dirigenti: quelli della Lega dicono che non si può più andare avanti". Proprio le parole usate dal braccio destro di Matteo Salvini e sottosegretario a Palazzo Chigi Giancarlo Giorgetti che negli ultimi giorni ha chiesto a più riprese la fine della litigiosità interna alla maggioranza o sarà la fine del governo.

La Lega dopo la sconfitta sul caso Siri non intende incassare altri colpi dal MoVimento 5 Stelle e subito dopo le europee torneranno prepotentemente sul tavolo, oltre al decreto sicurezza bis, le questioni autonomia e grandi opere, a cominciare dalla Tav.

Intervenuto a Tagadà su La7 Berlusconi ha poi detto che: "La menzogna è un mezzo usato dalle persone che sono al governo per non rispondere ai problemi degli italiani". Commentando la politica del Viminale su immigrazione e rimpatri il Cav si è lasciato andare a una battuta: "Da 600.000 a 90.000 irregolari in una notte? Un miracolo!".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO