Sea Watch accusa la Marina italiana: "non ha aiutato gommone in difficoltà"

La tesi della Marina: "Abbiamo inviato elicottero di supporto, ma era già intervenuta una motovedetta libica"

Sea Watch sequestrata lampedusa

Attraverso Twitter la Ong Sea Watch ha lanciato una pesante accusa alla Marina Militare Italiana: "La nave P492 Bettica della Marina Militare Italiana si trova vicino a un gommone in pericolo con circa 80 persone a bordo ma non interviene. Il nostro aereo ha inviato un messaggio di Mayday Relay e ha confermato l'avvistamento di persone aggrappate a un tubolare sgonfio"


I circa ottanta migranti si trovavano a bordo di un gommone che imbarcava acqua, stazionante nell'area Sar libica. Secondo la Ong la Marina Italiana avrebbe dunque ignorato una situazione d'emergenza, decidendo di aspettare l'arrivo dei libici. Questa accusa è stata respinta dalla Marina italiana che ha replicato, sempre con un tweet, fornendo una ricostruzione diversa di quanto accaduto: "Avvistato natante in difficoltà da ONG Colibrì. Nave Bettica #MarinaMilitare a 80km invia proprio elicottero in zona per supporto. Con elicottero in zona ha constatato avvenuto recupero migranti da motovedetta libica in zona SAR libica".


  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO