Europee, Zingaretti soddisfatto: "Fermata l'aggressione sovranista, Pd torna centrale" (VIDEO)

Il segretario del Pd Nicola Zingaretti commenta i risultati delle elezioni Europee 2019 che hanno assegnato al Pd il ruolo di partito argine contro la deriva sovranista e populista. Il governatore del Lazio si è detto "molto soddisfatto" perché il Partito democratico "torna centrale".

I dem del neo segretario hanno raccolto quasi il 23% delle preferenze, un risultato non scontato alla vigilia. Il Pd supera il M5s e diventa il secondo partito più votato in Italia: "L’aggressione sovranista alle istituzioni europee è fallita. Nel parlamento europeo c’è un’ampia e solida maggioranza per cambiare rilanciando il sogno europeo" ha detto il governatore del Lazio.

Secondo Zingaretti: "Anche le forze sovraniste italiane saranno in una posizione di marginalità rispetto alle grandi scelte che farà l’Europa" e "Salvini emerge come vero leader di un governo immobile e pericoloso. Il governo esce ancora più fragile per divisioni interne di fronte ai grandi appuntamenti che lo aspettano".

Zingaretti ringrazia gli "italiani che sono tornati, che hanno guardato alla lista unitaria come una possibilità per voltare pagina e aprire una fase nuova. Useremo la forza che ci viene dal risultato del voto per andare avanti innanzitutto sui contenuti e costruire un Piano per l'Italia imperniato su crescita, sviluppo, lavoro e giustizia sociale. Un nuovo programma per salvare il nostro Paese".

Con chi però non si sa, perché è chiaro che senza un’alleanza Pd-5 stelle, che allo stato appare praticamente impossibile, l’unica alternativa vera a un governo M5s-Lega è una maggioranza di centrodestra, o di destra-destra senza Forza Italia, come rilanciato dalla leader di FdI Giorgia Meloni, forte di una crescita elettorale "del 50%" (per oltre il 6% dei consensi) che le fa dire: "FdI-Lega sono maggioranza alternativa".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO