Elezioni regionali in Piemonte: Chiamparino ammette sconfitta e chiama Cirio

risultat-elezioni-regionali-piemonte 2019

Alberto Cirio, candidato della coalizione di centrodestra, è il nuovo governatore del Piemonte. Ad un terzo dello scrutinio, Cirio è accreditato del 48% delle preferenze contro il 38% del presidente uscente Sergio Chiamparino (PD). L’esponente del centrosinistra ha già chiamato il suo avversario per congratularsi e fargli gli auguri per l’inizio della legislatura. "Mi ha telefonato per farmi i complimenti - le parole riportate dallo stesso Cirio - e mi ha detto: Ormai il risultato è netto, Spero che tu riesca a fare meglio di come ho fatto io. Ci vedremo nei prossimi giorni per il passaggio di consegne".

Chiamparino: "Lascerò il seggio a qualcun altro"

A risultato acquisito, Chiamparino ha annunciato in conferenza stampa che cederà il passo ad altri, rinunciando al seggio in Consiglio Regionale.

"In tutti i regimi democratici quando si perde si va a casa. Quando si perde - le parole dell’ex governatore - , si perde e il comandante in capo deve assumersi la piena responsabilità del dato. Quando si insedierà il nuovo Consiglio regionale valuterò con la coalizione opportunità, tempi e modalità di lasciare il mio seggio a qualcun altro per dare inizio a una nuova fase".

Elezioni regionali Piemonte 2019

Per i risultati ufficiali delle elezioni regionali in Piemonte di ieri 26 maggio 2019 ci vorrà oggi pomeriggio. Lo spoglio inizia alle 14, ma gli exit poll hanno già profilato una netta vittoria di Alberto Cirio, il candidato di centrodestra sostenuto da Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia.

Al governatore uscente Sergio Chiamparino, del Pd, non sarebbe bastato insistere sul sì alla Tav e sulle ambiguità del governo sull’opera per superare la coalizione di centrodestra. L'affluenza alle regionali in Piemonte è risultata in calo al 63,34%, dal 66,45% delle precedenti elezioni.

Il semi sconosciuto Alberto Cirio, secondo i sondaggi di Opinio Italia per la Rai, avrebbe conquistato tra il 45% e il 49% delle preferenze, Chiamparino tra il 36,5% e il 40,5% dei consensi. Il candidato dei 5 Stelle Giorgio Bertola non è adatto oltre, sempre secondo gli opinion poll, il 12-16%.

Ora per il M5s sarà molto più difficile mettersi di traverso sull’Alta velocità Torino-Lione anche perché alle Europee in regione la Lega è risultata il primo partito con il 37,14% dei voti, seguita dal Pd al 23,94%. Cinque Stelle molto indietro, al 13,26%.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO