L'Italia è sotto osservazione negli Stati Uniti

Donald Trump 2019

Non c'è soltanto l'Unione Europea ad osservare da vicino l'Italia e il suo sviluppo sulla base degli accordi presi, ma anche gli Stati Uniti da qualche ora hanno deciso di inserire il Paese guidato dal governo di Giuseppe Conte nella lista dei partner commerciali sotto osservazione stilata dal Dipartimento del Tesoro USA.

L'Italia non è la sola nella lista. Ci sono anche Germania, Cina, Irlanda, Giappone, Corea Del Sud, Malesia, Vietnam e Singapore. India e Svizzera, invece, erano state inserite nell'elenco lo scorso ottobre e ieri sono state rimosse.

Stando a una legislazione del 1988, il Dipartimento del Tesoro USA deve fare rapporto al Congresso degli Stati Uniti ogni sei mesi sui Paesi che stanno manipolando la propria valuta per trarre dei vantaggi sugli scambi con gli Stati Uniti. Da anni nessun Paese viene identificato come tale - l'ultima volta risale al 1994 con la Cina durante l'amministrazione di Bill Clinton - ma in tanti ci sono andati vicini.

Anche nell'ultimo rapporto nessun Paese è stato indicato come manipolatore di valuta, ma i nove Paesi già citati sono stati inseriti nella lista a rischio, l'elenco dei Paesi da tenere d'occhio e monitorare per diversi motivi. Nel caso dell'Italia, ad esempio, il Dipartimento del Tesoro sostiene che la competitività del nostro Paese continua a soffrire a causa della produttività stagnante e l'aumento del costo del lavoro.

Per questo, almeno secondo il Tesoro USA, l'Italia deve "intraprendere riforme strutturali fondamentali per rafforzare la crescita di lungo termine, in linea con la riduzione dell'elevata disoccupazione e del debito pubblico, e salvaguardando la sostenibilità di bilancio".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO