Salvini: "I politici condannati senza prove, gli spacciatori a piede libero"

salvini politici spacciatori

Edoardo Rixi ha rassegnato le dimissioni da viceministro dopo la condanna a 3 anni e 5 mesi per le spese pazze alla Regione Liguria: dimissioni subito accettate da parte di Matteo Salvini. "Ringrazio Rixi per l'incredibile lavoro svolto fino ad ora. Da tempo - ammette - ho nelle mani le sue dimissioni, che accetto unicamente per tutelare lui e l'attività del governo da attacchi e polemiche senza senso". Insomma, le precedenti dichiarazioni, che negavano la possibilità che Rixi si dimettesse in caso di condanna, erano solo di facciata, poiché il viceministro della Lega le aveva già pronte.

Salvini: "Rixi, capacità e onestà assolute"

Nonostante la condanna, comunque, il giudizio di Salvini sull’operato di Rixi rimane molto positivo: "Oggi stesso - prosegue il ministro dell’Interno - lo nomino responsabile nazionale trasporti e infrastrutture della Lega, riconoscendogli capacità e onestà assolute". Il vicepremier, però, non lesina una stoccata ai giudici (e non è nemmeno la prima volta), ritenuti molto celeri quando si tratta di giudicare i politici, mentre non sono ritenuti così efficienti nei confronti della microcriminalità: "Io rispetto le sentenze e conto su una assoluzione a fine processo - conclude Salvini - , ma trovo incredibile che ci siano spacciatori a piede libero, e sindaci, amministratori e parlamentari accusati o condannati senza uno straccio di prova".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO